Come devo stoccare i prodotti fitosanitari nel deposito fitofarmaci?

a cura del Dott. Giuseppe Marrone

Il locale adibito a deposito può essere ricavato in un idoneo ambiente in muratura o attraverso la delimitazione/chiusura con rete metallica di una parte di un magazzino preesistente. Non sono idonei locali/ parti di locali e/o strutture (es. armadi) che non siano ignifughi (es. legno, materiale isolante ecc.).
Nel Magazzino dev essere assicurata una buona luminosità ed areazione. Sulla porta di entrata del Magazzino devono essere esposti adeguati cartelli di segnalazione di Pericolo “Sostanze Velenose”, “Sostanze Infiammabili” e di Divieto “Accesso ad Estranei”.
Il pavimento e le pareti del Magazzino devono essere lisce di materiale non assorbente ed eventualmente anche lavabile. In prossimità della porta deve essere previsto un cordolo così da formare con il pavimento e le pareti un bacino di contenimento in caso di perdite e/o sversamenti di prodotto.
In caso di armadi dedicati deve essere previsto un idoneo bacino di contenimento al di sotto dell’armadio stesso.
Le scaffalature interne devono essere di materiale lavabile e non assorbente e prive di spigoli taglienti per evitare di danneggiare le confezioni di fitofarmaci.
Stoccare sulle scaffalature i prodotti in polvere al di sopra di quelli liquidi od in maniera separata tale che, eventuali perdite di prodotti liquidi non contamino quelli in polvere. Conservare i prodotti sempre nelle proprie confezioni originali ben chiuse. Eventuali contenitori danneggiati vanno riposti in un sovracontenitore integro su cui si applica idonea etichetta identificativa del prodotto Conservare separatamente e ben identificati i Fitofarmaci Obsoleti (scaduti, revocati, ecc).

Condividi